Chi siamo

“MARTI… facciamo un orto?„
Sgangherati, inconsapevoli, curiosi: abbiamo iniziato così.
Tra mille difficoltà, tanta fatica, e infinite soddisfazioni, oggi siamo…

… siamo una piccola realtà contadina, nata nel 2016 dalla voglia di coltivare il nostro cibo. Per questo quello che facciamo vogliamo farlo bene e buono, anche a discapito del tanto e veloce, cercando di migliorarci ogni volta un po’.

Coltiviamo ortaggi, frutta, erbe e realizziamo trasformati seguendo i ritmi di Madre Natura, aiutando lo sviluppo delle nostre piante con tanto lavoro manuale, mezzi leggeri e poco impattanti, prodotti naturali, e senza l’utilizzo di alcuna sostanza di sintesi chimica, senza diserbanti, o altri prodotti nocivi.

Crediamo nel lavoro fatto con dedizione, pazienza e curiosità: la Natura è una grande maestra, sempre, e i suoi insegnamenti vanno guadagnati con impegno.

Collaboriamo anche con altri produttori della zona, di cui ci fidiamo. Per offrirvi una buona varietà di prodotti, garantendovi una filiera trasparente e verificabile.

Vi offriamo prodotti secondo la disponibilità che la terra e le stagioni ci permettono di raccoglierefiliera corta e rispetto della stagionalità possono contribuire a rendere il nostro agire più sostenibile per il pianeta che ci ospita, e per la terra che ci è data in custodia dalle generazioni future

Siamo una PICCOLA AZIENDA AGRICOLA
PICCOLA nelle dimensioni… e ci piace così!

“La Barberina” sono io, Martina. Una dei Barberini a dire il vero, perché è il soprannome di famiglia… il soprannome di un ramo della mia famiglia nella quale c’erano contadini, da cui arrivano alcuni dei terreni che coltiviamo, e l’ex fienile in cui oggi viviamo, e lo stabile dove abbiamo realizzato il nostro agriturismo. Non sappiamo quale sia l’origine di questo soprannome, che però è talmente legato a questi terreni, a questo luogo… che non poteva che essere il nome della nostra Azienda!

“Nostra” perché questo è un progetto condiviso con mio marito Roberto, con cui abbiamo prima sognato, poi progettato, e infine realizzato tutto questo…

… e tutto questo, prima che una azienda, è un PROGETTO DI VITA.
Perché ci nutre non solo nel corpo, ma soprattuto nell’anima.

“Coltivare il proprio cibo” per noi non si riferisce solo al cibo per il corpo, per la pancia. Ma anche al cibo per la mente. E al cibo per il cuore.
Questo progetto infatti fa da base, da “terreno fertile”, a tante altre attività di cui siamo membri e promotori. Attività volte a coltivare noi stessi come organismi a tutto tondo: mente, corpo, emozioni, proiettati verso la crescita personale e collettiva.
Ci sentiamo parte di un ecosistema straordinariamente complesso e sconfinato che ci da la vita e che dobbiamo tutelare.
Questo lavoro – col terreno fisico e quello interiore – è un insegnante duro, esigente, spesso severo quando la natura si scatena… Ma è anche giusto, generoso e sorprendente, quando il raccolto è abbondante nonostante le difficoltà.

Per questo, nello sviluppo del nostro progetto, abbiamo creato anche un luogo di accoglienza, dove oltre agli ospiti in cerca di “semplice” relax nelle bellezze di questa terra, vogliamo accogliere chi è interessato a vivere esperienze volte a sperimentare quanto noi stessi apprendiamo continuamente nel nostro percorso.